Domanda: Cosa è la noocosmologia?
Risposta: Questa è una scienza sulle possibilità del Cosmo non ancora utilizzate, su alcuni suoi misteri sconosciuti, sull’essenza della conoscenza della vita e della morte, reincarnazioni, evoluzione dell’anima e della natura.
Le possibilità del Cosmo non sono limitate dalle vostre idee sulla sostanza dell’essere. Esse escono ampiamente dalla cornice della vostra realtà. Non ci sono parole o frasi con le quali si potrebbe descrivere tutta la profondità del sapere del Cosmo. Gli uomini non sono ancora pronti a quella spiegazione né psicologicamente, né spiritualmente, né energeticamente.

Domanda: Sulla noocosmologia.
Risposta: La Noocosmologia è una scienza che può portare a nuove scoperte in altre scienze. E’ un avvicinamento dell’uomo alla storia e alla conoscenza nel campo del Cosmo. Purtroppo una tale scienza non poteva nascere prima e non sappiamo quindi, quante scoperte al momento attuale, non sono state fatte in altri campi scientifici. Una cosa certa possiamo dirla – tante menti illuminate si sono interessate a questa corrente.
L’interesse verso Cosmo è sorto negli uomini durante tutta la storia dell’umanità e in tutte le parti del globo. Nello stesso tempo l’uomo non osservava semplicemente le stelle, ma si poneva una serie domande sul senso dell’esistenza della natura, dell’uomo e di tutto il creato.
C’è un collegamento tra i pianeti e da chi è stata creata la vita nell’Universo?
L’uomo, come essere pensante, teme ed è attratto dalla domanda, cosa c’è dopo la vita? Si può dire che questa domanda interessa ogni uomo a prescindere dalla sua istruzione, età e colore della pelle.
E’ bello credere che ci sia vita dopo la vita. Ma qual è se esiste veramente? Non è facile rispondere a questa domanda, ma se l’umanità se la pone, bisogna cercare la risposta.

Domanda: La Noocosmologia e il diritto.
Risposta: Tesi basilari:
Nelle strutture cosmiche superiori con diritti tutto è semplice e chiaro. C’è un sistema evolutivo, che sul suo esempio storico mostra diritti e doveri di ogni abitante. Non c’è bisogno di discutere e dimostrare alcunché, in quanto il miglior indicatore è la storia. Tutti si comportano e fanno proprio lavoro come si deve. Non ci sono discussioni su questo argomento, in quanto c’è un piano di sviluppo graduale ed ognuno è interessato a garantire la felicità agli altri. Ad ogni livello tutti hanno gli stessi diritti, mentre ha più doveri colui chi ha più diritti e non vice versa.
Gli uomini non hanno le cose impostate in questo modo. Ma dall’alto (dal Cosmo) nessuno pensa di farvi arrivare giù diritti e doveri. L’evoluzione dell’umanità deve avvenire secondo i codici e le leggi. E attraverso i diritti e i doveri si può valutare il livello morale e spirituale di ogni paese in questione. Ed è giusto così. E’ un male se la società ricorda solo i diritti.

Domanda: Quali sono i principi fondamentali della Noocosmologia?
Risposta: Educare negli uomini la percezione che tutti loro sono fratelli e complici nello sviluppo generale del Cosmo: la paura e l’umiliazione di non essere accettati nelle file delle forze ragionanti del Cosmo, devono spronare nello sviluppo in modo particolare coloro che stanno ai gradini più alti. Con loro continuerà il lavoro successivo per l’avanzamento nella nostra comune educazione. I discendenti dei discendenti dovranno essere competenti. I migliori rappresentanti della Terra la lasceranno e nel suo nuovo aspetto si evolveranno sui pianeti in fase di predisposizione per loro, ma per ora non visitabili. Allo stesso tempo lasciamo anche progredire quella specie, simile a quella umana.
Secondo gli indizi esterni l’evoluzione dell’uomo ad ora dovrebbe già essere terminate. L’accelerazione moderna non è una spirale dell’evoluzione, bensì un fattore di natura che sostituisce la longevità dei tempi passati, Questo non significa che i bambini saranno semplicemente più alti e più attivi. Loro devono riuscire in un breve periodo di tempo a moltiplicarsi, a trasmettere l’esperienza accumulata e possibilmente arricchirsi spiritualmente. L’accelerazione è la possibilità di sopravvivere nella natura rovinata.
Ora l’uomo può mentalmente avvicinarsi all’idea che l’Universo è la nostra casa comune ed è indifferente in quale stanza uno vive, l’importante che essa sia comoda per la vita. Qualche generazione dovrà cambiare in modo tale da far nascere quel sentimento di comunanza, attaccamento, considerazione di se stessi come parte imprescindibile del Cosmo.

Domanda: Quali sono le leggi fondamentali della Noocosmologia?
Risposta: La legge principale per tutto è la felicita. L’uomo e tutto ciò che esiste sulla Terra e al di fuori di essa è nato per provare felicità. Dio è grande e onnipotente. Lui non avrebbe mai generato i suoi figli per le afflizioni e l’indigenza. La gran parte degli uomini vive nella felicità, senza rendersene conto. I tormenti, quando capitano, sono di breve durata e non sono solo per l’uomo, ma per tutto l’Universo.
Altra legge – non rimanere sul posto. Il movimento in tutto, il movimento in avanti. Nella vita non si esclude anche il movimento all’indietro. Tutto è possibile. Pero l’orientamento all’evoluzione è prevalente.

Domanda: I principi fondamentali della Noocosmologia:
Risposta:
1. Tutto ha inizio, ma in gran parte niente ha fine.
2. Tutto vive non per l’esistenza, ma per lo sviluppo individuale e comune e quindi, anche fuori della Terra.
3. Bisogna amare in se stessi non solo la personalità esistente, ma anche rispettare ed apprezzare le vite passate e future.
4. Ricordare che ognuno, come personalità, è responsabile per tutto ciò che lo circonda sia nella vita attuale che in futuro.
5. Percepire il tempo come infinità di vita non è possibile, anche se è cosi. Non perdere i momenti, non commettere lordure. Forse oggi è l’ultimo giorno della vita attuale.
6. Il servizio a Dio consiste nel perfezionamento del proprio “Io” spirituale e possibilmente la sua scoperta per gli altri.
7. Bisogna rispondere per le parole e per i pensieri. Detto – fatto. Una volta concepito – non mollare.
8. Crescere i bambini devotamente.
9. Ama gli altri, ma non dimenticare te stesso. Non rincorrere gli onori, ma non crollare nemmeno nel fango.
10. Ama ogni mosca perché essa è create per un miracolo, come qualsiasi essere che respira e no. Tutto quello che esiste, se non è per te, allora è per un’altra vita.
11. Ognuno deve vivere per qualcuno. In questo è il grande senso.
12. Segui più velocemente il pensiero che la ragione. Il primo è primario.
La verità è una sostanza che ha un suo aspetto e non quello che appare all’uomo, in quanto tutto viene alterato dallo sguardo e dal pensiero e ognuno vede quello che vuole e come vuole, mentre la verità è una, ed è lì da qualche parte.
Imparate a guardare e vedere, a sentire ed ascoltare.
Bisogna raccogliere informazioni sul mondo cosmico. Mostrare l’imperfezione spirituale umana. La bontà, non temere la morte, la crescita spirituale.
Bisogna fare attenzione alla cultura della nazione. Questo è un passo molto importante. Questo era stato sempre fatto, ma in modo molto superficiale e più a scopo esplorativo che con l’obiettivo di comprendere veramente l’identità e la diversità di cultura. L’identità culturale della nazione è una visione uguale sulla concezione e comprensione del mondo, la vicinanza o la tolleranza della nazione verso la religione.
Domanda: Cultura, arte ed informazione nelle loro caratteristiche noocosmiche. Problemi di attività, istruzione e sviluppo.
Risposta: Tutto svolge un ruolo importante nella evoluzione dell’umanità e quindi, nell’utilità della sua esistenza. Tutti e tre i concetti hanno sia i lati positivi che negativi. Lo sguardo sullo stesso problema da parte di un individuo sarà diverso. Ora l’umanità è passata a una tale forma di sviluppo, che l’informazione nella vita dell’uomo svolge un ruolo più grande. Mentre prima la cultura e l’arte avevano un ruolo educativo maggiore, ora sono passati in secondo piano. Gli uomini sono diventati più dinamici, più pratici, quasi meccanizzati. Il silenzio, il romanticismo e la cultura del rapporto (benefica), il rispetto ed altro, terminato il XX secolo, hanno ceduto cedono il posto alla informazione e robotizzazione. L’inquinamento dell’informazione, il frastuono, l’uniformità di vedute pratiche è la malattia della maggioranza. L’arte (non tutto può essere chiamato tale) la cura. Il beneficio che arriva all’uomo tramite l’intermediazione dell’artista (pittore, scultore, musicista) si trasmette. L’arte dell’esecutore sta nel suo rendere la tensione, la memoria e la concentrazione costante del pensiero sul proprio lavoro. Se durante il lavoro i pensieri saltano e vanno alla rinfusa, il lavoro non è considerate animato ed ispirato. E’ un figlio difettoso.
Domanda: Morale, moralità e norme etiche della Noocosmologia.
Risposta: Tutti i concetti dell’onore hanno luogo solo se l’uomo conduce un’esistenza agiata e decorosa. Nel caso d’istruzione ed educazione medi, l’uomo può e deve occuparsi di un’auto-evoluzione, che comprende quei concetti. Ma l’uomo povero, decadente, oppresso dagli altri o peggio ancora da se stesso non può attenersi alle norme etiche e alla moralità. Questo per dire che, le norme e la morale, sono già state più volte riportate nei precetti e nei vari insegnamenti etico-morali. Ma una cosa è conoscere e rispettare questi comandamenti ed altra è non avere la possibilità di realizzarli. Si può anche non conoscere, ma sentire. Il sentimento di un risveglio interiore sa sempre cosa è il bene e cosa è il male. Il turbine della vita al Vostro livello non vi darà l’opportunità di vivere secondo le norme della noocosmologia e ancor meno di educare figli in quel modo. E’ un grande danno morale per un bambino se a lui viene insegnata una cosa, mentre la vita scorrerà in modo diverso. In parole semplici i terrestri non sono pronti a vivere secondo le leggi della noocosmologia. E’ troppo forte la sete del profitto, della sopraffazione, del benessere personale. L’astuzia è stata data all’uomo per sopravvivere in un ambiente non sempre favorevole. L’uomo non la utilizza come inteso. Dice una cosa, ne pensa un’altra, ne fa una terza. Questo contrasta con la morale della noocosmologia. Dato che il pensiero è materiale, come lo è l’azione, allora troviamo quel che è fatto nella ragnatela. Tante cose sono avvolte dalla ragnatela delle idee non-realizzate e dei pensieri non-materializzati. In altre parole se i discorsi, i pensieri e le opere fossero uniti in una cosa sola, ne verrebbe fuori una cosa esistente, mentre di solito risulta, anche s’è visibile, un fantasma, un mostro unilaterale, una imperfezione mentale. Le tre cose devono unirsi, moltiplicare la forza nel primo, cosi saranno più forti del cemento.

Domanda: Problemi globali della modernità (crisi energetica, demografica ed ecologica) e noocosmologia.
Risposta: La crisi demografica preoccupa da due punti di vista. La natalità in Russia è crollata, mentre su tutto il pianeta è aumentata. La distribuzione della popolazione sui continenti non è eguale. A causa di questo possono scoppiare le guerre. La mancanza di terra coltivata, la scarsezza della natura, la sovrappopolazione dei paesi. L’attività solare malattie e fame elimineranno una parte della popolazione, ma comunque sono più gli uomini che nascono di quelli che muoiono. La distribuzione non equa suscita la fame. A causa della sovrappopolazione si diffondono le malattie che portano alla morte. L’invidia verso i popoli che hanno un territorio di superficie maggiore, ma inferiore densità di popolazione genera uno scontento pericoloso, che col tempo porta alle guerre oppure al soggiogamento dei deboli da parte dei forti. Dato che la ricchezza di alcuni non da mai pace agli altri (se non moderata dalla religione), ribellioni e rivoluzioni sono comunque inevitabili.
Con la crisi energetica tutto e abbastanza chiaro. Bisogna cercare nuovi metodi e meccanismi, ma la soluzione migliore è utilizzare energia della natura stessa. Questo è meno pericoloso, pratico, durevole ed ecologicamente corretto.

Domanda: Quali sono gli indirizzi dei lavori nel campo della fisica della Noocosmologia?
Risposta: Sarebbe bello vedere le formazioni fantomatiche. Qui si aprirebbe uno strato di ignoto. Basterebbe per decenni di ricerca. Si potranno creare le formazioni fantomatiche con le proprie mani, obbligarle a muoversi e vivere a modo proprio.
Domanda: Sull’etere.
Risposta: Facendo uno studio appropriato sull’etere si può risolvere il problema della gravità. Chiedete suggerimenti sulla tecnologia astronautica interspaziale.
Studiate il nastro di Moebius (cercate).

Domanda: Sulla matematica della Noocosmologia.
Risposta: La matematica è una scienza precisa che nel futuro dovrà unirsi alla fisica per progettazione di pseudo-fantasmi.
Domanda: Gli indirizzi principali per le successive ricerche sul campo della Noocosmologia.
Risposta:
– ricerca sul cervello dell’uomo come un antenna biologica, che costituisce un ritrasmettitore e un riproduttore di connessione;
– studio del concetto di etere e le prove della sua esistenza;
– sviluppo di un nuovo concetto sull’uomo;
– evasione dallo shock del dolore attraverso l’azione sul cervello;
– studio della genialità.

Domanda: Sulle piramidi ed ellissoidi.
Risposta: Le piramidi in sé non sono semplicemente figure geometriche. In esse c’è un significato profondo. Non sono calcolate, ma inventate e date. Il loro creatore ha una grande forza mentale. Queste figure possono distruggere o guarire. Possono persino curare il cancro.
Nelle piramidi c’è la chiave per il ringiovanimento e per l’invecchiamento. Spesso sono state utilizzate per diverse necessità, anche se non sempre correttamente.
Durante la costruzione delle piramidi è stato definita l’inclinazione delle loro facce in rapporto al sole. La geometria della piramide dipende da che cosa deve servire. Bisogna costruire le piramidi e non parlare di loro.
Anche l’ellisse è poco conosciuta ed è poco usata. Mentre l’ellissoide è anche una grande forza del vuoto. I fisici non vogliono credere a questo, ma sulla nuova spirale di sviluppo tutto questo diventa attuale. Non bisogna affrettarsi. La via va mostrata.

Domanda: La legge della concentrazione dell’energia nella materia viva.
Risposta: L’energia può rimanere, essere contenuta, concentrarsi in una materia viva finche nella materia stessa c’è un collegamento connettivo (unione) tra le piccolissime particelle che compongono la materia. L’energia vive in un organismo integro e ben regolato, dando, in questo modo, la possibilità di vivere all’organismo stesso. Nel caso d’interruzione (alterazione) dell’oggetto, l’energia aiuta a distruggere più velocemente la materia e in quel modo a passare in un altro stato. Può essere paragonata al ruolo del sangue (plasma) nell’uomo.

(trad. DW – dic.2015)