Domanda: Sui voli cosmici.
Risposta: Ci sono alcune specie di energia cosmica, così come anche sulla Terra. La più semplice e la più sicura in tutti i sensi è l’energia luminosa degli astri. Gli astri sono corpi luminescenti, così come lo è il Sole. Ma essi possiedono un’energia ancora più elevata del Sole.
Gli astri sono di varia luminosità. I più luminosi sono bianchi, mentre il Sole è giallo. Ma per la ricarica vanno bene tutti. Nel cielo brillano le stelle che possiedono una grande energia.
Su una navicella interplanetaria di solito ci sono parecchi accumulatori. Quando uno si esaurisce, ne viene utilizzato un altro. E non appena la nave approccia un astro, l’accumulatore si ricarica.
I propulsori sono particolarmente robusti. Essi sono sicuri nell’utilizzo. E’ difficile spiegare di cosa sono fatti. L’uomo non conosce materiali simili.
Parlando dei voli si può anche aggiungere che ci sono alcuni tipi di navicelle per i voli a breve distanze.
Prima di tutto su una navicella figlia (una unità piccola, non principale) ci si può spostare mentalmente. Viene data una destinazione per il volo e poi mentalmente anche per il ritorno. Ma se c’è bisogno di volare con un carico pesante, esistono anche delle piccole navicelle-capsule. Esse vengono sparate dalla navicella figlia e sono predisposte per altri due astronauti. Non vanno bene per un grande gruppo in quanto la loro stazza è piuttosto piccola.
Ci sono pochi grandi carichi che vengono portati sulla Terra e quando lo si fa, si usa un naviglio medio. Il carico può essere l’attrezzatura per le video riprese oppure qualche campione di terreno, anche se tutte queste operazioni possono essere effettuate senza lasciare la nave. Però qualche volta, può esserci la necessità di installare antenne di osservazione. Queste servono per il contatto e il controllo permanente della Terra, delle sue sciagure. Non appena arriva un segnale di allarme al punto di comando e di controllo della Mente Principale, vuol dire che è successo qualcosa. Il più delle volte questo accade a causa di catastrofi naturali, ma a volte, i colpevoli sono gli uomini.
Quando arriva il segnale le navi partono da tutte le parti, in quanto il Cosmo è una casa comune. Quando si osserva un arrivo di massa delle navicelle sulla Terra, vuol dire da qualche parte bisogna attendersi una catastrofe. E viceversa, se da qualche parte è accaduta una catastrofe, aspettatevi il loro arrivo. Di solito su quel punto loro vigilano, prelevano dei campioni di acqua, di terreno, di piante, di animali ed altro. Questi fatti possono essere osservati e sistemati.
Nei libri delle visite sulla Terra delle navicelle spaziali qualche volta vengono descritti casi di rapimento di uomini. Tutto succede. Forse non suona molto bene, ma anche gli uomini fanno gli esperimenti sugli animali. Nello stesso modo anche gli extraterrestri dovranno far questo, sia per lavoro, sia per le osservazioni. Inoltre loro prelevano solamente le persone che sono predestinate a morire. Il rapimento delle persone accade molto raramente. Molto più spesso gli uomini stessi si annientano a vicenda.
Ora sui battelli. Questi sono di dimensioni più modeste e sono predisposti per il trasporto dei carichi a breve distanza. Sono semi aperti. Nei comandi viene inserito il programma di lavoro ed essi trasportano il carico nel posto programmato.
Anche gli uomini che lavorano in orbita si spostano all’aperto negli scafandri. Essi non hanno paura del sovraccarico e della pressione, in quanto tutto è stato calcolato nei minimi dettagli. Lo scafandro li protegge dall’aria rarefatta e viene prodotto con materiali elastici per la comodità di movimento.
Come è stato già detto, gli accumulatori delle navicelle si caricano con l’energia solare. Una ricarica aggiuntiva può essere effettuata su qualsiasi astro (Sole). Non c’è bisogno di tanta energia, in quanto le navi stesse possono produrre una tale velocità dalla rotazione intorno al proprio asse, che gli permette di aumentare notevolmente la velocità di crociera.
La parte superiore della nave è immobile, mentre quella inferiore ruota. Dal carattere del moto rotatorio dipende il tipo di spostamento della nave.
I forti impulsi rotatorii creati suscitano forti e lunghi scatti della navicella dalla propria posizione iniziale. Mentre quando il movimento rotatorio avviene dolcemente, anche lo spostamento è piano e nella dimensione orizzontale.
I coperchi proteggono gli oblò dalla pressione eccessiva nella atmosfera o nella idrosfera (sottacqua). E gli oblò servono per mantenere la visuale.
La calotta può girare in varie direzioni per la definizione della direzione del movimento.
Quando la nave atterra, la rotazione rallenta e dalla parte inferiore immobile spuntano sostegni rotondi.
La luminosità della nave indica la velocità del movimento. In generale la luce ha un grande significato.

Domanda: Sui «dischi volanti». Possono volare con l’ausilio del pensiero?
Risposta: In linea generale questo non è il modo da loro prescelto, ma possono volare anche in quel modo. Per loro non è un problema.
La comparsa dei «dischi volanti» è legata al progresso tecnologico.
Loro non volano per piacere, ma eseguono un programma di lavoro per il quale serve una tecnologia che non può essere portata a braccia. Per comunicare sono avvantaggiati, non hanno bisogno di voce. Tutti comunicano nella stessa lingua con l’ausilio della telepatia. Così, arrivando anche dai pianeta più lontani, loro possono capire cosa dicono i terrestri, così come gli abitanti di qualsiasi altro pianeta. Non è come sulla Terra dove ci sono tante lingue.
Le navi non sempre sono pilotate da esseri pensanti, non sempre è necessario. Anche le macchine – i robot possono effettuare semplici misurazioni, prove e prelievi. Ma per i lavori che richiedono più responsabilità vengono gli extraterrestri stessi. Questi comprendono sia la comunicazione sia il trasporto di qualche informazione o carico.
Ci sono extraterrestri diversi: alcuni sono bellicosi altri pacifici. I pacifici fanno avanzare il progresso, mentre i cattivi rubano i pensieri. Per difendersi da questi, bisogna imparare a come effettuare il blocco: imparare a come non pensare a nulla. Però se una persona non vuole male a nessuno, non c’è nessun pericolo se qualcuno leggerà i suoi pensieri. Sulla Terra loro comunque non possono imparare alcunché.
Le navi sono costruite con un metallo che nel nostro pianeta è impossibile produrre a causa della forza di gravità terrestre, il magnetismo. E comunque questa lega può essere creato solo in assenza di gravità. Solo così essa può essere leggera e resistente. E’ una lega di argento, stagno e uranio. Inoltre loro girano in tute protettive, mentre sul pianeta stesso le navi sono tenute dentro gli hangar. L’irradiazione non parte dal propulsore, bensì dalla lega, con cui è costruita la navicella.
Domanda: L’influenza positiva e negativa degli UFO sull’infrastruttura, sull’uomo e sulla biosfera. La ricerca delle conseguenze prolungate dell’influenza degli UFO sugli oggetti biologici.
Risposta: E’ preferibile astenersi dal contatto diretto. Anche se da parte dell’umanità la curiosità e il desiderio di avvicinarsi sono grandi, sembra che questo non accadrà nei prossimi anni. Comunque l’uomo è un barbaro sia nei confronti degli altri sia nei propri.
La fede nella propria forza, nella mente illuminata, spinge verso le stupidaggini. Quando è stato effettuato un contatto con gli uomini questi avanzavano continuamente richieste stupide e quotidiane. Domande non particolarmente intelligenti ed evolute. Sembrerebbe strano, ma nei pochi contatti effettuati tra gli extraterrestri e gli uomini, questi ultimi erano una casalinga, una guardia forestale, un trattorista, un autista ecc. E’ una casualità?

Domanda: L’organizzazione dell’interazione pianificata con gli UFO.
Risposta: Determinare le località dove si trovano questi oggetti e i luoghi di una loro eventuale comparsa.
Lo studio di questi oggetti, attraverso le fonti letterarie e non, per conoscerli e per formulare una concezione.
Elaborare la metodologia del lavoro con gli UFO, coinvolgere i mezzi necessari per il consolidamento della interazione.
Definire le modalità di lavoro.
Elaborare una tecnica di sicurezza.
Domanda: Gli UFO e la loro possibile connessione alle anomalie nelle reti di collegamento e di computer.
Risposta: Non si può escludere questo collegamento, perché esiste. Questo contatto avviene sia in modo conscio che inconscio. Che significa il contatto inconscio? Significa che nelle modalità di lavoro degli UFO ci sono diverse azioni ed operazioni per il perfezionamento del proprio sistema di osservazione e di attività, comando ed organizzazione. C’è anche una riorganizzazione interna e quindi le ripercussioni di queste «rivoluzioni tecnologiche» lasciano traccia anche sulle anomalie che succedono da noi. Siamo tutti in unico ambiente del campo energetico e di informazioni e le interazioni con questo campo si effettuano in un sistema ben determinato e funzionante. Talvolta questo ci sembra inspiegabile, ma noi lo utilizziamo anche se in modo inconscio. Quindi abbiamo una sola fonte di collegamento reciproco. A volte uomini hanno difficoltà a spiegare le interruzioni che accadono nel sistema dei computer. Ma facendo ricorso all’ambiente di informazione, trovano in modo inconscio una soluzione pronta o un suggerimento.
Domanda: L’evoluzione dell’attenzione da parte degli UFO verso i grandi eventi di diverso genere, conflitti etnici e militari.
Risposta: Gli UFO possono essere considerati da vari punti di vista: come oggetto di interconnessione dell’Universo con altre civiltà a scopo di studio e conoscenza; come oggetto di minaccia di varie civilizzazioni verso altre; come arma per l’annientamento e per il dominio. Diversi scienziati provano dare risposte a queste domande. Ma non possiamo più negare il fatto che questo esiste. Bisogna solo cercare di trovare le risposte a tutte le domande che ci interessano. Se loro ci studiano, ci conoscono, ci valutano allora bisogna capire cosa li attrae e quale sia il loro scopo – di annientarci o di aiutarci in un determinato momento. Anche diverse grandi iniziative possono essere considerate come fonti di energia negativa che fa un lancio nell’Universo, verso il nulla, e sotto la sua influenza, possono avvenire ed accadono vari fenomeni nel Cosmo che danno nutrimento per la riflessione agli UFO e ai loro abitanti.
Domanda: Il nesso casuale tra i FAN (fenomeni anomali naturali) e i veri UFO.
Risposta: Senz’altro esiste. Probabilmente questo è legato alle radiazioni magnetiche della Terra e alle curvature nello spazio proprio in quei luoghi. Si percepisce l’irrealtà del tempo, il getto della memoria, la rifrazione dei raggi di luce. In queste località della terra – la concentrazione degli UFO visibili ed invisibili, una specie di pista di decollo e atterraggio. Questi posti sono insalubri per lo stanziamento umano in quanto portano ad una instabilità emotiva e da qui tutto il resto, comprese le malattie ormonali.

(trad. DW – dic.2015)