Domanda: Quali sono i principi basilari della teoria del campo unico?
Risposta: Della teoria del campo unico non vi è traccia. Chi ne scrive, perde il suo tempo invano.

Domanda: Cosa è il magnetismo?
Risposta: Il magnetismo è l’attrazione e la repulsione delle sfere, la nascita, la morte oppure una nuova combinazione (la generazione di una nuova specie di materia). La scomparsa del magnetismo nell’Universo significherà senz’altro la morte di tutto ciò che esiste.

Domanda: Cosa sono l’attrazione e il magnetismo?
Risposta: Sono la base dell’unità di tutti i principi. Tutto ciò che è sferico, dal micro ai macro sistemi, porta in sé contemporaneamente le forze di attrazione e di repulsione. Le sfere che possiedono un’attrazione reciproca superiore, formano una vita complessa. E’ più sono le sfere così, più complessa e quindi più potente è la materia generata. Proprio in questo modo, quelli che hanno bisogno l’uno dell’altro hanno la possibilità di raggrupparsi, il nocivo viene respinto, permettendo ai sistemi cosmici grandi e piccoli di esistere e di svilupparsi, se ci sono, ovviamente, i presupposti giusti.

Domanda: Perché parliamo di sfere?
Risposta: La sfera è la forma dell’esistenza più conveniente. Tutto deve essere aerodinamico. Cerchio e sfera sono accettati come ideale di una forma perfetta. Tutto ciò che è quadrato, triangolare o storto è composto da cerchi.
Il cerchio è diffuso e invisibile. La sua vita è infinita, senza inizio e senza fine, come quella della sfera.

Domanda: In cosa consistono i concetti principali della teoria del magnetismo?
Risposta: La teoria esistente ad oggi del magnetismo è considerata solida e quindi non vogliamo né pensare né discutere sulle sue tesi. Allo stesso modo, cioè come assiomi, sono considerate le tesi sulla gravità terrestre.
Gli Uomini sono lontani dalla soluzione del magnetismo, così come sono convinti della legittimità e quindi invariabilità dei principi della gravità. Se però si crea un’accelerazione, la forza di gravità aumenta. E se si rallenta? E come vogliamo metterla con quei punti della Terra dove la forza di gravità è assente?

Domanda: Quali sono le basi del magnetismo?
Risposta: Il Magnetismo è la base, la regola che definisce la possibilità della vita. Se non ci fosse, tutto il creato sarebbe stato disgiunto, nello stesso modo in cui svolazzano i corpi eterei.
Il magnetismo è diventato la base della vita, così come un tessuto per la sua formazione.

Domanda: Che cosa definiscono le forze del magnetismo?
Risposta: Le forze del magnetismo definiscono la capacità della materia all’unione, all’interazione e persino al passaggio nei nuovi stati e nelle nuove strutture molecolari. Sotto l’influenza delle forze magnetiche, si modifica la struttura ematica nell’uomo, mentre la materia cambia la struttura del proprio sistema molecolare.

Domanda: In che modo si distribuisce la gravitazione? E cosa la porta?
Risposta: Se volessimo suppore la possibilità di una costruzione di un atomo in modo tale che tutte le particelle pesanti che fanno parte dell’atomo si trovassero sotto, mentre le particelle di etere che tendono ad andare verso alto, avessero ricevuto questa possibilità, un corpo cosi fatto avrebbe perso la forza di gravità. Ci sono le zone sulla Terra dove la forza di gravità è più debole e ci sono quelli dove è più forte.
In questo modo, tutto sta nella forma unitaria della costruzione degli atomi e delle molecole della materia. La griglia deve essere riempita di etere nella parte superiore e ogni sua parte deve rimanere invariata.

Domanda: La forza di gravità dipende dalla massa del corpo e dalla velocità della sua rotazione?
Risposta: Conformemente alla visione e alla comprensione umana della gravitazione – sì.

Domanda: Con quale velocità si diffondono le onde del campo gravitazionale?
Risposta: Il suo valore è superiore a qualsiasi velocità conosciuta. Questo è impossibile da spiegare.

Domanda: Da cosa è composto il campo gravitazionale (dai «gravitoni»)?
Risposta: Per la semplicità di spiegazione esso può essere immaginato come una serie di strati (in altezza) ininterrotti, che si distinguono tra di loro solo secondo la consistenza delle particelle componenti presenti in loro. Lo strato inferiore è quello più saturo. Questo attrae tutto quello che gli sta intorno.

Domanda: Quale è la natura delle forze di gravità?
Risposta: L’attrazione a sé di tutto quello che sta fuori della propria posizione. La forza di gravità è semplicemente necessaria ed è stata concepita come un sine qua non, in quanto in caso contrario, tutto sarebbe tornato allo stato di caos originale.
Mentre in presenza delle forze di attrazione le particelle più leggere vengono attratte da quelle più pesanti e diventano parte di un corpo comune senza modificarne la struttura.
Qui, come in gran parte dei casi in natura, si osserva la subordinazione al più forte.

Domanda: E’ necessaria la trasformazione di energia in massa e vice versa?
Risposta: No, l’energia non può diventare massa, ma essa può trasformarsi in una parvenza del corpo senza sua massa. Per esempio, lei può diventare un palloncino gonfiato con l’immagine di un orso, senza per questo acquisire la sua massa.

Domanda: Cosa succede quando un elettrone si scontra con un positrone?
Risposta: Le particelle con cariche differenti volano via all’impatto.

Domanda: Perché i gamma-quanti reagiscono così velocemente sotto l’influsso su uno di essi?
Risposta: In essi esiste una memoria comune e le qualità comuni, come in una ovocellula. L’influsso, applicato ad un gamma-quanto, viene percepito dall’altro, come se fossero attraversati da un unico impulso. In modo analogo a quello in cui un dolore alla gamba manda un impulso al cervello dell’uomo. La connessione tra di loro è nella forma della irradiazione, del pensiero. Questa è una interazione del pensiero-sentimento comune in quanto tutto è animato anche quello che non respira.

Domanda: Quali sono le tesi basilari della teoria del micromondo?
Risposta: Tutto deve evolversi al ritmo prestabilito. Il passaggio in un altro spazio è collegato ai cambiamenti nella struttura, e nella costruzione dei nuclei e delle particelle, al cambiamento delle forze di campo. Si presenta la possibilità della genesi di nuove particelle e l’annientamento o la dispersione di quelle già esistenti, ma energeticamente più deboli. Se il nucleo dell’atomo possiede un forte campo di attrazione, esso diventa un nuovo centro dal quale vengono attratte le particelle più deboli.

Domanda: Quale è la struttura del micromondo?
Risposta: La struttura per costruire il piccolo si ripete nel grande. Guardate la struttura del Cosmo.

Domanda: E’ giusto applicare la settenarietà alla struttura del micromondo?
Risposta: Si, però non chiedete di più. Sul Cosmo si può parlare perché l’uomo non è in grado di distruggerlo, mentre se stesso si.

Domanda: Il movimento ondulatorio è provocato dal cambiamento della consistenza dell’ambiente?
Risposta: Il lavoro, il movimento, l’accelerazione delle particelle dell’atomo provocano un’onda.

Domanda: Sulla forma di diffusione delle onde luminose.
Risposta: Le Onde luminose si stendono intorno al globo, doppiandolo con onde vorticose.

Domanda: Le onde luminose sono longitudinali o trasversali?
Risposta: Longitudinali.

Domanda: In cosa consiste la legge delle serie armoniche?
Risposta: Nella contemporaneità e consonanza delle oscillazioni ad alta frequenza. Nelle oscillazioni sincrone delle molecole.

Domanda: Qual è la formula di questa legge?
Risposta: Pi, g meno uno moltiplicato per il valore delle oscillazioni ad alta frequenza.

Domanda: Cosa è «g»?
Risposta: La consistenza relativa della materia.

Domanda: La chiave di violino indica la frequenza del suono «sòl»?
Risposta: Sì, ma questo non è un suono pulito.

Domanda: Quali sono le vie principali di sviluppo della fisica?
Risposta: L’ingegneria genetica. Il suo sviluppo offre grandi possibilità alla fisica in generale. Le cellule di un organismo vivente avranno una componente chimica, una massa ed un principio d’azione completamente diversi.
Gli scienziati dei vari rami devono lavorare e sviluppare tutte le scienze nell’insieme. In linea generale non si può considerare una singola scienza come un caso a se.

(trad. DW – dic.2015)